Congresso sull’Anatomia della Mente Umana

CONGRESSO SULL’ANATOMIA DELLA MENTE UMANA

Con le nuove scoperte appropriate a raggiungere qualsiasi caso, L. Ron Hubbard era pronto a “ingranare la quarta” sull’espansione planetaria. Ed ecco dove si collega quell’interruttore: con un nuovo corso per presentare i fondamenti di Dianetics e Scientology in modo completamente nuovo. Derivava dal semplice presupposto: si possono dimostrare le reazioni chimiche o il funzionamento delle macchine, ma come si dimostrano le parti ed i fenomeni della mente umana e dello spirito? L. Ron Hubbard fornisce la risposta e dimostra come farlo con il Corso di Anatomia della Mente Umana. Ecco, dunque, la dimostrazione data dal vivo da L. Ron Hubbard delle “Cose di Scientology”, ognuna solida e reale come qualsiasi cosa contenuta nelle scienze fisiche. Come spiegò ulteriormente, nessun campo della mente, in precedenza, era mai stato in grado di dimostrare tali cose, in quanto consistevano tutte di “figure-figure”. Mentre quelle dimostrazioni dal vivo includevano le dimostrazioni più pittoresche e animate di qualsiasi Congresso, da provette ed elettricità statica, a crani e cervelli, il tutto a dimostrare cos’è e cosa non è la mente. Inoltre, questi sono gli strumenti per permettere ad ogni Scientologist di mostrare alle persone che sono esseri spirituali, cosa sia realmente la mente e che Scientology le può aiutare. Ed ora sapete perché, alla domanda dei partecipanti: “Che direzione prenderemo a partire da qui?” L. Ron Hubbard rispose: “Andremo fino in fondo”. Perché le porte erano state spalancate alla comprensione di chiunque.

Leggi anche

acquista
€130
Quantità
Lingua
Spedizione gratuita Attualmente idoneo spedizione gratuita.
In stock
Spedizione entro 24 ore
Imposta­zione:
Compact Disc
Conferenze:
5

SCOPRI DI PIÙ CONGRESSO SULL’ANATOMIA DELLA MENTE UMANA

Temo che la realtà di questo ci arriverà addosso fin troppo presto. State per ereditare questo pianeta, che la cosa vi piaccia o no. Posso solo sperare che siate in condizioni abbastanza buone da gradirlo. — L. Ron Hubbard

Come L. Ron Hubbard stava per annunciare, era arrivato per lui il momento di fare esattamente ciò che aveva pianificato per dieci anni: aprire le porte di entrata a una marea di pubblico nuovo. Era stata una decisione che aveva esattamente a che fare con gli avanzamenti tecnici dell’anno appena trascorso. Come disse ai partecipanti al Congresso:

“Non è stato il fatto di rendere Clear i casi a frenarci. È stato il fatto d’iniziare i casi. Iniziare i casi. Se li facciamo iniziare, possiamo renderli Clear. Farli iniziare e portarli ad avere miglioramenti stabili: quello è stato il nostro problema. Oggi come oggi, possiamo prenderli tutti.”

Dopo anni di ricerca, L. Ron Hubbard aveva già sviluppato procedimenti per far breccia su ogni caso, e la tecnologia per far avanzare ciascuno di essi fino a Clear. Rimaneva solo una barriera: portare il preclear in seduta così che la tecnologia potesse essere applicata. È questo ciò su cui si era concentrato nel 1960. E ciò a cui si stava indirizzando aveva decisamente a che fare con la definizione vera e propria di “in seduta”: interessato al proprio caso e disposto a parlare all’auditor. Da lì arrivò la stupefacente scoperta di L. Ron Hubbard che qualche preclear non provava alcun interesse per il proprio caso. E senza quell’interesse, non era possibile ottenere alcun miglioramento di caso! Investigando ulteriormente, egli isolò i quattro fattori che impedivano l’“interesse”, particolarmente, l’aiuto. In effetti, non erano interessati alla risoluzione del proprio caso dato che non credevano nemmeno che l’aiuto fosse possibile.

Quindi, L. Ron Hubbard fece la scoperta che riguardava il fare “iniziare i casi”, creando i Procedimenti di Preseduta, così chiamati poiché risolvevano i fattori necessari a far sì che una seduta potesse avere inizio, da cui preseduta.

Rendendoli disponibili per uso immediato nella disseminazione (Congresso di Londra sulla Disseminazione e sull’Aiuto), L. Ron Hubbard cominciò ben presto a tenere un nuovo corso, il Primo Corso Seminariale Avanzato di Saint Hill, per insegnarne il pieno uso nell’auditing da parte degli auditor. Oltre a portare persone nuove al punto di essere interessate e di far loro cominciare il primo auditing, questi fattori di preseduta erano vitali per il caso di ogni Scientologist:

“Un giorno di ottobre del 1960 mi sono reso conto che avevamo la cosa in pugno. Il primo ACC di Saint Hill faceva progredire a palate casi che prima, in anni di processing, non erano mai avanzati. C’erano alcuni di quei casi che non erano mai avanzati con il processing, e noi li abbiamo fatti avanzare. Abbiamo avuto la cosa in pugno, proprio in quel momento.”

Tutto questo ci spiega ciò che L. Ron Hubbard aveva portato a questo Congresso. Poiché se i passati dieci anni lo avevano visto concentrarsi su sviluppi tecnici che avevano reso questo conseguimento possibile, era ora giunto il momento di intraprendere il susseguente inevitabile passo. Come Ron spiegò:

“Ora si possono aprire i battenti senza pericolo. Accettateli tutti, accettateli tutti.”

Inoltre, L. Ron Hubbard sapeva esattamente come voleva farlo. Mettendo insieme tutti i risultati ottenuti negli anni precedenti, includendo ogni fattore che avrebbe impedito i miglioramenti di caso, sviluppò un corso che avrebbe davvero rappresentato il marchio distintivo di Dianetics e Scientology:

“Ciò che abbiamo fatto di spettacolare è una scoperta completa nel campo della mente umana, prendendo il carattere prevedibile, pratico delle scienze fisiche e spostandolo al campo delle scienze umanistiche. Ecco ciò che è avvenuto in Dianetics e Scientology.”

E in ciò stava anche l’essenza di quello che presentò come il Corso di Anatomia della Mente Umana. Le sue premesse erano ovvie. Se una larga fascia della popolazione pensava effettivamente che nessun aiuto era possibile, il motivo era dovuto in gran misura al fatto che il “mondo della mente” era sempre appartenuto al “figure-figure” della filosofia.

Tuttavia, come L. Ron Hubbard descrisse in seguito, esistevano venti aspetti, “cose, in Dianetics e Scientology, che erano tanto “solide quanto provette da laboratorio”, e che potevano essere esposte e dimostrate nell’universo fisico.

Quindi, diede il via ad uno dei più vivaci Congressi nella storia. Perché se lo Shoreham Hotel aveva già ospitato qualsiasi cosa dai Procedimenti di Gruppo ai TR di Addottrinamento Superiore, ora si aveva a che fare con provette da laboratorio in ebollizione, scatole craniche in plastica, marionette, cervelli e persino fuochi!

Ma cosa persino più pertinente: avendo sviluppato la tecnologia per creare i Clear, L. Ron Hubbard ora metteva nelle mani di ogni Scientologist il mezzo più semplice possibile di portare consapevolezza a tutti gli altri esseri non ancora su quella strada. E l’essenza di ciò stava in queste parole:

“Dove arriveremo ora?”

“Beh, posso dirvi francamente che arriveremo fino in fondo.”