2° ACC Americano

2° ACC AMERICANO
The Rehabilitation of the Human Spirit

Tenendo conferenze il mattino, il pomeriggio e la sera, mentre supervedeva il co-auditing degli ACC, Ron risalì al fatto che la mancanza di un rendimento di successo degli auditor derivava da una carenza di comprensione delle definizioni di base di Dianetics e Scientology. Se quella scoperta avrebbe cambiato la forma dell’addestramento, un’altra avrebbe fatto lo stesso per quanto riguarda l’auditing. Chiamandola “la cosa migliore che un thetan può fare”, Ron delineò la sua applicazione in “Concedere di Essere”, una conferenza che divenne un requisito di studio per tutti gli ACC. Tuttavia qualcosa di ancora più grande stava per aver luogo al 2° ACC Americano, e costituiva le fondamenta per poter accedere a tutti i casi: “SOP 8-C viene usata per prima cosa fase dopo fase, dalla 1a fase, finché la persona a cui è indirizzata è consapevole di essere dietro la sua testa e non più nel suo corpo”. Ottenendo per il preclear la conoscenza del fatto che è un’unità di produzione di energia creativa, la SOP 8-C dimostrò il suo scopo e le sue capacità. La moltitudine di scoperte includeva la Procedura di Apertura della SOP 8-C, fornendo la chiave per accedere ad ogni caso: la volontà di ricevere direzioni, e quindi, di diventare libero tramite l’auditing. In verità, la Procedura di Apertura generò dei risultati di tali dimensioni che Ron decise di dedicare i suoi sforzi ad un addestramento a tempo pieno degli auditor.

Leggi anche

acquista
€750
Quantità
Lingua
Spedizione gratuita Attualmente idoneo spedizione gratuita.
In stock
Spedizione entro 24 ore
Imposta­zione:
Compact Disc
Conferenze:
67

SCOPRI DI PIÙ 2° ACC AMERICANO

Sarà certamente meglio che sappiamo quello che stiamo cercando di fare con questa Procedura Operativa Standard. Quello che stiamo cercando di fare con questa procedura è orientare questa unità di vita in modo così completo da farla animare. Questo è esattamente ciò stiamo cercando di fare. — L. Ron Hubbard

Dopo aver cominciato il Corso Seminariale Avanzato, Ron aveva intrapreso un intenso periodo di ricerca e sviluppo teso a perfezionare i procedimenti e le procedure di addestramento. La sua meta era la semplificazione dell’auditing e la standardizzazione dell’addestramento, così che le scoperte relative a Thetan Operante potessero realizzarsi su vasta scala.

A causa della rigorosa natura dell’addestramento in corso, Ron limitò il numero degli auditor a soltanto una dozzina. Comunque, e a dispetto delle sue iniziali intenzioni, le voci iniziarono a trapelare verso l’esterno, nel campo. E a sua volta, un fiume di queste voci si riversò presto dentro il centro di addestramento dell’Hubbard Association of Scientologists. Per l’esattezza, un incontenibile numero di richieste da parte di auditor che esigevano di partecipare. Fu così grande, in effetti, che Ron presto decise che non aveva altra scelta se non aprire le porte alle iscrizioni.

Come prima cosa, che fu assolutamente necessaria per occuparsi della quantità di richieste di iscrizione, egli trovò dei nuovi locali al numero 507 di Market Street a Camden, nel New Jersey. C’erano a disposizione sale conferenze, classi, stanze di auditing per gli studenti e, cosa importantissima, studi di incisione per registrare le ultimissime scoperte.

Poi, nell’arco di soli quattro giorni dal completamento della prima classe, Ron Hubbard cominciò il Secondo Corso Seminariale Avanzato Americano, il 17 novembre 1953. E se i nuovi studenti avevano sentito dire che l’addestramento era rigoroso, ora avevano modo di sperimentarlo. Il programma diceva tutto: Hubbard teneva conferenze al mattino, pomeriggio e sera, mentre nel mezzo gli studenti venivano messi immediatamente in seduta, co-audendosi sotto la sua diretta supervisione sulle procedure che aveva appena trattato nelle conferenze. E proprio in questo modo, L. Ron Hubbard fu in grado di fare la prima scoperta nel suo programma: individuare le barriere all’addestramento degli auditor. In particolar modo, la scoperta che gli insuccessi nelle prestazioni degli auditor, erano direttamente ricollegabili ad una mancata comprensione delle definizioni di base di Dianetics e Scientology. Per risolvere questo:

“Ci siamo inoltrati nel soggetto delle definizioni, abbiamo martellato, pestato e battiamo sul soggetto delle definizioni: Cos’è un thetan? Che cos’è un thetan? Che cos’è un thetan? E poi, giusto per variare: cos’è un thetan?”

I risultati dell’auditing salirono alle stelle.

Eppure, se la comprensione di base delle definizioni fondamentali fu un progresso destinato a mutare l’aspetto di tutto l’addestramento futuro, ce ne fu ancora un’altra che avrebbe fatto lo stesso nei confronti dell’auditing; tutto quanto già annunciato in una conferenza di importanza leggendaria, “Concedere di Essere”. Queste parole non contenevano solo la descrizione della cosa migliore che un thetan possa fare, ma anche la risposta e la spiegazione dell’“unico”. E quando un auditor aveva in sé quel tipo di caratteristica, nessun preclear poteva anche solo sperare di avere dei miglioramenti. Nel complesso, fu una conferenza di un’importanza così stellare che non solo ne furono fatte copie da distribuire largamente a tutti gli auditor, ma divenne un requisito per gli studenti di ogni successivo Corso Seminariale Avanzato.

In ogni caso, e nonostante l’enormità di queste scoperte, il secondo ACC [Advanced Clinical Course - Corso Seminariale Avanzato] fu segnato da un ancor più grande evento, con uno sviluppo tecnico che fu una pietra miliare. Fu in quella occasione infatti che Ron sviluppò ed insegnò i materiali che costituiscono la chiave d’accesso a tutti i casi: La Riabilitazione dello Spirito Umano e La Procedura Operativa Standard 8-C (SOP 8-C). Come scrisse:

“Specificamente parlando, l’uso di questi procedimenti, quando vengono applicati correttamente, permette di ottenere nel preclear, senza alcuna ulteriore valutazione fatta al suo posto né alcun addottrinamento, la consapevolezza di non essere un corpo, di essere un’unità creativa produttrice di energia e gli dimostrano i suoi scopi e le sue capacità.”

Nella moltitudine di procedimenti e di sviluppi che compongono la SOP 8-C, ci fu un procedimento che era di fatto una panacea: la Procedura di Apertura della SOP 8-C. Con questo procedimento Hubbard aveva la chiave per far sì che gli auditor avessero accesso ad ogni caso: la disponibilità del preclear a ricevere direttive da un auditor e, quindi, la capacità del preclear di percorrere effettivamente un procedimento e liberare se stesso attraverso l’auditing.

In modo più attinente alle future ricerche, i risultati della Procedura di Apertura furono di portata così grande che Ron Hubbard decise di dedicare i suoi sforzi all’addestramento a tempo pieno degli auditor. Dopotutto, avendo sbloccato l’accesso a tutti i preclear, aveva realizzato la stessa cosa anche per tutti gli auditor:

“La cosa più allietante e meravigliosa di questo procedimento è che, per la prima volta in tutti questi anni, siamo entrati in possesso di qualcosa che si può insegnare qualcosa che gli auditor, rappresentati dagli auditor delle Unità Seminariali Avanzate, possono e intendono usare; qualcosa che capiscono, che non variano e con il quale possono andare avanti; e con quel procedimento siamo entrati nell’addestramento.”